top
Arzachena

Arzachena celebra i padri fondatori Michele e Salvatore Ruzzittu

In occasione del centenario il Comune ha scelto d’intitolare il Museo e Palazzo Comunale ai due fratelli Ruzzittu.

Il Comune di Arzachena è davvero pronto per la prossima stagione. E per prepararsi nel migliore dei modi, sta rintracciando i suoi legami con il passato, ricorrendo alla memoria per raccontare e rinnovare i valori fondanti di un’intera comunità. Quando si tratta di festeggiare i cento anni dell’autonomia di un territorio, non ci sono altre soluzioni. È così che è apparso doveroso ad Arzachena rendere il giusto tributo ai due padri fondatori del Comune che prima ricadeva sotto la competenza di Tempio Pausania. In che modo? Intitolando le due sedi istituzionali più importanti, quella del palazzo comunale a Salvatore Ruzzittu e quella del Museo a Michele Ruzzittu. I due fratelli sono vissuti a cavallo di due secoli, tra il 1800 e il 1900, ed è anche grazie a loro se Arzachena oggi è uno dei centri più importanti del nord est dell’Isola. Era il 14 maggio del 1922 quando Arzachena festeggiò il primo insediamento del consiglio comunale e l’elezione del primo sindaco della storia del neonato comune: Salvatore Ruzzittu. L’intitolazione di oggi ha avuto il nulla osta del Prefetto di Sassari, Paola Dessì, e ufficializzata con delibera comunale. A poche settimane dalle celebrazioni ufficiali, previste per il 14 maggio 1922, il sindaco Roberto Ragnedda ha così spiegato questo importante riconoscimento storico: «Per le continue battaglie combattute e da lui stesso descritte come un sacrificio fisico, intellettuale e pecuniario, e con la consapevolezza che tale dedica possa contribuire a creare nelle giovani generazioni sentimenti di maggiore attenzione verso la propria identità culturale, abbiamo intitolato il museo del Comune di Arzachena al nostro valoroso concittadino Michele Ruzittu, che si è speso per lintera comunità e, senza il quale, probabilmente, oggi Arzachena avrebbe un volto e una storia completamente differenti. Considerata la particolare valenza storica del mandato elettorale del cavaliere Salvatore Ruzittu, primo Sindaco di Arzachena, fautore dellindipendenza del nostro territorio da Tempio Pausania – ha aggiunto ancora Ragnedda -. Abbiamo ritenuto naturale dedicare alla sua memoria il palazzo in piazza Risorgimento che merita una specifica intitolazione, anche per favorirne lindividuazione. Salvatore era un grande comunicatore, si è distinto in quanto combattivo amministratore e, fino alla sua morte, ha ascoltato le istanze dei propri concittadini, dando il via a opere pubbliche da troppo tempo attese fra cui lacquedotto. Si impegnò anche per la costruzione della strada carrozzabile Arzachena-Olbia, che interruppe lisolamento del piccolo centro dal resto dellIsola. Fondamentale fu il suo contributo per la formazione degli studenti e limpegno per la costruzione di una nuova scuola». Grande soddisfazione del risultato raggiunto anche per l’assessore alla Cultura, sport e spettacolo Valentina Geromino: «Con lintitolazione Museo civico Michele Ruzittu” rendiamo omaggio a un illustre personaggio della storia locale, pioniere nella ricerca archeologica, in vista del centenario dallautonomia di Arzachena. Con la dicitura civico” si è voluto, poi, rafforzare il senso di appartenenza del museo ai cittadini e il perseguimento dellinteresse culturale, scientifico ed educativo al servizio della comunità. È un ulteriore passo verso limminente riapertura della struttura».

Davide Mosca

Article by

CS Journal è la voce ufficiale del Consorzio Costa Smeralda, edito per i propri associati e per l’indotto turistico che ogni anno affolla la Costa Smeralda. Un magazine formato tabloid che valorizza l’identità del Consorzio e tutte le realtà del territorio.