top
real estate

Real estate, Innovazione e sostenibilità per il futuro

Il Belpaese è stato premiato dagli utenti in cerca della casa vacanza. Il sondaggio mostra inoltre gli interessi dei singoli acquirenti, preferendo un immobile efficiente e sostenibile

L’Italia ormai ha spiccato il volo nelle varie discipline. Ma su un campo in particolare – il turismo – non ha di certo bisogno di mostrare le sue potenzialità, come si vede negli ultimi dati rilevati sul mercato immobiliare.  Recentemente, una grossa società di servizi anglosassone ha effettuato un sondaggio presso la sua clientela internazionale, indagando su quali sono le preferenze in tema di casa vacanze. Il campione del sondaggio era costituito da famiglie che hanno acquistato una seconda casa al di fuori dei loro confini nazionali, coinvolgendo privati di provenienza dai principali Paesi Europei e dagli Stati Uniti. La pandemia da Covid-19 ha determinato dei cambiamenti nel modo in cui le persone vivono e lavorano, trasformando ciò che gli acquirenti ritengono importante nelle loro case. A partire dalla ricerca di maggiore spazio, passando per la necessità di connettività per agevolare l’aumento del lavoro a domicilio, fino ad arrivare a una crescente consapevolezza ambientale, i risultati sottolineano le tendenze in atto. La vicinanza ai servizi, l’accesso a internet ad alta velocità e una bella vista si classificano come i primi tre fattori per gli acquirenti di case. Quasi il 70 per cento degli acquirenti ritiene che l’efficienza energetica sia una caratteristica importante degli immobili, mentre la metà degli intervistati indica come fondamentale l’utilizzo di materiali da costruzione sostenibili. Per quelli che cercano un immobile di nuova costruzione, questi fattori sono ancora più rilevanti: l’87 per cento ritiene importante l’efficienza energetica, mentre quasi tre quarti (74 per cento) hanno affermato che i materiali da costruzione sostenibili sono essenziali. Il mercato delle seconde case in Italia è caratterizzato da una forte internazionalità, con inglesi, tedeschi e francesi che costituiscono la quota maggiore degli acquirenti di seconde case (78 per cento del totale). Il nostro Paese risulta fra i primi tre (con Spagna e Francia) dove comprare una seconda casa. Ma cosa reputano importante queste famiglie quando cercano una casa o una villa da comprare/affittare? L’immobile deve avere queste tre caratteristiche: un wi-fi potente, spazi ampi esterni e una bella vista. Se guardassimo le scelte indicate solo tre anni fa, della connessione wi-fi nessuno ne avrebbe parlato, oggi è diventata indispensabile. La voglia di stare a contatto con la natura, i panorami magnifici e la voglia di discrezione e privacy fanno pensare subito al territorio del Consorzio Costa Smeralda. E non è infatti un caso che questa area sia fra le preferite fra gli over 50 in cerca di una casa in Sardegna, dove i budget investiti sono sopra il milione di euro nel 60 per cento dei casi.

Alessandro Ghisolfi

Article by

CS Journal è la voce ufficiale del Consorzio Costa Smeralda, edito per i propri associati e per l’indotto turistico che ogni anno affolla la Costa Smeralda. Un magazine formato tabloid che valorizza l’identità del Consorzio e tutte le realtà del territorio.