top

“More Miles Less Plastic”, l’iniziativa durante la Barcolana di Trieste

Durante l’evento One Ocean Foundation e la sua squadra ha raccolto oltre una tonnellata di plastica

La stagione per One Ocean Foundation continua, e lo dimostra con delle attività che puntano alla promozione della tutela del mare partendo dalle corrette pratiche per arginare il fenomeno dell’inquinamento e del sovrasfruttamento delle risorse marine. Ed è così che si è appena conclusa un’iniziativa che è stata particolarmente apprezzata nel corso dell’edizione numero 53 della prestigiosa regata velica Barcolana a Trieste. “More Miles Less Plastic”, questo il titolo del progetto di One Ocean Foundation che grazie al suo presidente, Riccardo Bonadeo è riuscita a coinvolgere alcuni tra i più importanti armatori dei Maxi Yacht a vela presenti alla manifestazione. L’obiettivo era quello di raccogliere dieci chili di plastica dall’Oceano per ogni miglio percorso da ogni singola imbarcazione che aderiva e alla fine il totale raccolto è stato quantificato in una tonnellata di materiale. Alla raccolta hanno preso parte, tra gli altri, il mitico Moro di Venezia (si tratta del secondo scafo costruito da Raul Gardini per la sfida di Americas Cup), oggi armato da Gianfranco Natali, il 90 piedi Portopiccolo di Claudio Demartis, l’80 piedi Anemos II di Marco Bono e il 62 piedi Ekita di Bruno Marin. E non è finita qui perché Arca SGR ed Anywave Safilens hanno contribuito al raggiungimento dellobiettivo di una tonnellata con le miglia che hanno percorso in occasione di Venice Hospitality Challenge e Veleziana che si sono svolte nei mesi successivi. L’iniziativa fa parte del più ampio progetto OOF “NoPlasticInTheOcean” con l’obiettivo principale di rimuovere più plastica possibile nei paesi in via di sviluppo da dove proviene la maggior parte dei rifiuti plastici che minacciano gli oceani. La plastica viene raccolta, tracciata e reimmessa in un circuito di recupero e riciclo certificato, generando in tal modo anche un impatto sociale, coinvolgendo e remunerando le comunità locali. More Miles Less Plastic” era approdata nel mese di agosto anche in Sardegna nella regata dedicata a Mario Formenton. Nel frattempo, proseguono le One Ocean Experience per venti ragazzi con attività di citizen science in mare, una giornata di sport e monitoraggio ambientale nell’Area Marina Protetta di Portofino. I 20 studenti del Liceo Virgilio di Milano sono stati suddivisi in due gruppi alternando attività di kayak e snorkeling esplorando sopra e sottacqua la Baia di Niasca e di Paraggi. In totale sono stati monitorati circa 400 metri di costa in cui si sono individuati diversi esemplari di ricci di mare maschi (Paracentrotus lividus) ricci di mare femmina (Arbacia lixula) e alga corallina (Corallina spp.). I dati raccolti dai giovani entusiasti verranno condivisi con lUniversità di Genova che li utilizzerà per monitorare le specie presenti nellArea Marina Protetta di Portofino.

Davide Mosca

Article by

CS Journal è la voce ufficiale del Consorzio Costa Smeralda, edito per i propri associati e per l’indotto turistico che ogni anno affolla la Costa Smeralda. Un magazine formato tabloid che valorizza l’identità del Consorzio e tutte le realtà del territorio.