top

La Chiesa di Porto Cervo ha un nuovo parroco: Don Giorgio Diana

Il sacerdote ha preso l’incarico dopo la nomina del vescovo della diocesi di Tempio Ampurias, Mons. Sanguinetti, dopo aver ricoperto incarichi nel paese di Tempio Pausania

In queste settimane è iniziato un nuovo capitolo nelle aree consortili della Gallura, nel segno delle tradizioni e del legame culturale presente ancora oggi in questa regione.  La cerimonia di giovedì scorso nella chiesa di Stella Maris a Porto Cervo ha sancito l’ingresso come parroco di Don Giorgio Diana. Nel ricordo del compianto Don Raimondo Satta, scomparso nel mese di giugno all’età di 62 anni, Don Diana è stato accolto con grande affetto dalla comunità smeraldina   alla presenza del vescovo della diocesi di Tempio Ampurias, Mons.Sebastiano Sanguinetti e delle autorità civili e militari. Don Diana era stato nominato proprio dall’arcivescovo Sanguinetti il 25 agosto scorso e da oggi prende dunque possesso del nuovo importante incarico. Precedentemente ricopriva il ruolo di parroco della cattedrale di San Pietro Apostolo, della parrocchia San Giuseppe e del Sacro Cuore di Gesù a Tempio Pausania, era inoltre coordinatore del Vicariato Urbano. La scomparsa di Don Raimondo Satta aveva lasciato tutti sgomenti per un sacerdote che aveva ricoperto il ruolo di parroco di Stella Maris per oltre 27 anni. Svolgendo il suo ministero sempre con umanità e amore per il prossimo senza mai fare disparità nella sua comunità smeraldina. In una intervista rilasciata al Costa Smeralda Journal nel 2019 il compianto parroco aveva definito in questo modo la sua parrocchia: “Stella Maris non è un luogo per turisti, ma un luogo per persone. Le porte qui sono sempre aperte e qui si fa messa 365 giorni lanno. Tutti fanno parte della nostra comunità: gente del luogo e gente che viene qui in vacanza». Don Raimondo Satta era stato anche Direttore dellIstituto Superiore di Scienze Religiose Sassari/Tempio-Ampurias Euromediterraneo”, ma anche scrittore con la pubblicazione del libro Stella Marìs. Icona del cielo e della terra, in cui aveva raccontato la storia affascinante della chiesa di Porto Cervo voluta dal principe israelita Karim Aga Khan fondatore del Consorzio Costa Smeralda.  Messaggi di cordoglio erano arrivati da più parti e le sue esequie erano state particolarmente partecipate a dimostrazione del grande segno lasciato sul territorio. L’eredità dell’operato di Don Raimondo Satta potrà essere il giusto faro per Don Giorgio Diana. La nomina del nuovo parroco di Porto Cervo ha portato, poi, ai movimenti di altri prelati nel territorio gallurese. Don Roberto Aversano, prima a Valledoria, ora guiderà la Parrocchia Natività della Beata Vergine Maria in Luogosanto mentre Don Francesco Mocci, precedentemente vicario cooperatore del Vicariato Urbano di Tempio Pausania, è stato nominato parroco della Parrocchia Cristo Re” in Valledoria. A Tempio Pausania, invece, andranno il Can. Efisio Coni e don Cesare Nicolai, nominati parroci delle parrocchie del Vicariato Urbano di Tempio Pausania, comprendente la Cattedrale San Pietro Ap.”, la parrocchia San Giuseppe, la Parrocchia Sacro Cuore di Gesù. Il can. Efisio Coni ne sarà il moderatore.

Davide Mosca

Article by

CS Journal è la voce ufficiale del Consorzio Costa Smeralda, edito per i propri associati e per l’indotto turistico che ogni anno affolla la Costa Smeralda. Un magazine formato tabloid che valorizza l’identità del Consorzio e tutte le realtà del territorio.