top

One Ocean e Range Rover in un progetto sulla sostenibilità

La fondazione ha presentato in questo giorni tre workshop dedicati ai più piccoli per conoscere e apprezzare la fauna che si trova nel nostro mare

L’oceano è un luogo tutto da esplorare. Basta guardarsi intorno quando si è a Porto Cervo per capire quanto la nostra conoscenza della natura sia limitata a ciò che vediamo in superficie. Per   questo si è scelto in questi giorni di andare alla scoperta delle meraviglie del mare e dei suoi abitanti misteriosi. Attraverso l’ausilio di workshop interattivi, video informativi, schede illustrate e incontri con chi di professione si occupa di studiare il mare. Perché non esiste periodo migliore dell’estate per capire l’importanza di questa preziosa risorsa che va sempre di più tutelata e protetta dall’inquinamento e dai cambiamenti climatici. E gli attori protagonisti non potevano che essere i bambini che hanno preso parte ai tre incontri organizzati nel corso dell’estate da One Ocean Foundation nella lussuosa Range Rover House del Waterfront di Porto Cervo. Una partnership importante quella tra la fondazione dello Yacht Club Costa Smeralda e la prestigiosa casa automobilistica che ha sposato con entusiasmo le attività di OOF. A partire dal progetto M.A.R.E. che ha visto Jaguar Land Rover hosting partner con l’obiettivo di monitorare la salute del mar Tirreno, a bordo del catamarano One, con una distanza percorsa di oltre 1500 miglia nautiche e oltre quaranta campionamenti di acqua. Un’iniziativa che ha visto la collaborazione del centro velico Caprera. Per finire con questi interessanti workshop che hanno visto i giovani partecipanti affrontare i temi dellinquinamento marino, degli spiaggiamenti e dellimpatto antropico sulle specie di macrofauna marina. La biologa marina, Mattia Leone, ha introdotto i partecipanti al tema degli spiaggiamenti che purtroppo sono sempre più frequenti lungo le nostre coste. Successivamente, con l’aiuto di un delfino gonfiabile e di alcuni manuali illustrati, sono state definite le strutture anatomiche che permettono di distinguere le specie regolarmente presenti nei nostri mari. Dopo una breve introduzione generale sui cetacei, i giovani partecipanti hanno affrontato i temi dellinquinamento da macro e microplastiche, linquinamento acustico, la pesca intensiva e il traffico nautico. In conclusione, sono stati mostrati alcuni video girati durante attività di ricerca marina di salvataggi e incontri speciali con balenottere e delfini. «Il coinvolgimento in prima persona dei ragazzi – hanno poi spiegato dalla fondazione – rende più efficace la comprensione di temi complessi come quello dellinquinamento e dellimpatto antropico sugli ecosistemi. A ogni partecipante, inoltre, è stata consegnata una borraccia di One Ocean Foundation, con laugurio che sia la prima di tante scelte più sostenibili». Jaguar Land Rover dal canto suo ha organizzato all’interno della Range Rover House una mostra dedicata all’impegno del brand nelle tematiche di sostenibilità e tutela dell’ambiente.

Davide Mosca

Article by

CS Journal è la voce ufficiale del Consorzio Costa Smeralda, edito per i propri associati e per l’indotto turistico che ogni anno affolla la Costa Smeralda. Un magazine formato tabloid che valorizza l’identità del Consorzio e tutte le realtà del territorio.