top

Il Premio alla straordinaria Maria Carta

Il riconoscimento speciale al Consorzio Costa Smeralda verrà assegnato oggi a Grazia de Michele, Padre Salvatore Morittu, Sardex e le launeddas

Sarà una grande festa di tutta la Sardegna. Perché la memoria della straordinaria cantante Maria Carta mette d’accordo tutti, da sud a nord dell’Isola, nel considerarla la migliore chiave d’accesso per scoprire la vera Sardegna. Con le sue ricchezze culturali e artistiche. E il Premio a lei dedicato, quest’anno alla ventesima edizione, è sempre l’occasione per rinnovare la gratitudine per l’eredità lasciata dall’artista e scoprire chi ancora oggi si impegna, in diversi campi, per promuovere uno dei posti più belli al mondo. E allora non ci si deve sorprendere quando nel corso della conferenza stampa degli scorsi giorni è stato annunciato un premio speciale al Consorzio Costa Smeralda che quest’anno festeggia i 60 anni dalla sua fondazione. Un traguardo che, grazie alla visione dei padri fondatori, ha consentito alla Sardegna di trasformarsi nella destinazione turistica più esclusiva e desiderata al mondo. La cerimonia di premiazione potrà essere seguita in diretta su Videolina domenica 4 settembre a partire dalle 17 sino alle 20.30 con la conduzione affidata a Giacomo Serreli e Luca Gentile. Per l’occasione saranno presenti anche numerosi ospiti come le Balentes. Tra gli altri premiati nella categoria “speciale” non poteva di certo mancare il riconoscimento a padre Salvatore Morittu per i 40 anni di presenza e impegno dellassociazione Mondo X a Siligo. Il Premio Maria Carta, invece, andrà questanno a Grazia Di Michele, che ha caratterizzato la canzone dautore italiana con unimpronta straordinariamente personale, innovandola con tematiche inedite e di impegno civile. Di rilievo anche il suo recente omaggio alla nostra Marisa Sannia, altra importante artista sarda. L’evento è promosso dalla Fondazione intitolata alla grande artista scomparsa nel 1994 e inserita nel progetto Salude e Trigu della Camera di Commercio del Nord Sardegna, con l’avvio del programma il 3 settembre e con il clou che andrà in scena il giorno seguente, il 4 settembre a Siligo nella piazza dedicata a Maria Carta con la consegna dei riconoscimenti. Altro protagonista della cerimonia sarà, poi, lo strumento musicale per eccellenza della musica sarda: le launeddas. Un omaggio doveroso anche in vista di un futuro riconoscimento di Unesco come patrimonio dell’umanità. A ricevere il premio sarà il comune di Villaputzu, paese che più di altri è fortemente legato a questo strumento al punto da definirsi il paese delle launeddas”.

Davide Mosca

Article by

CS Journal è la voce ufficiale del Consorzio Costa Smeralda, edito per i propri associati e per l’indotto turistico che ogni anno affolla la Costa Smeralda. Un magazine formato tabloid che valorizza l’identità del Consorzio e tutte le realtà del territorio.