top
Aeroporto di Olbia

Crescono i passeggeri in Nord Sardegna nel 2022, i dati degli aeroporti

I numeri ufficiali pubblicati dalla Geasar per il Costa Smeralda di Olbia e da Sogeaal per l’aeroporto di Alghero

 

Il 2022 è stato un anno straordinario per la Sardegna. Gli eventi, il clima praticamente perfetto. Ma questa volta a parlare sono i numeri del traffico aeroportuale che certificano il successo di una stagione appena andata in archivio che verrà ricordata come una delle migliori di sempre. Osservando i dati appena diffusi dalle due società aeroportuali del Nord Sardegna, Olbia e Alghero, si possono evincere ulteriori elementi significativi per comprendere l’andamento del traffico passeggeri e dell’incremento registrato perfino rispetto agli anni precovid. L’anno scorso, infatti, i due scali hanno visto transitare nell’arco dei dodici mesi quasi cinque milioni di passeggeri, 4,7 per l’esattezza con un incremento di ben 332mila persone. Un’immagine numerica che tradotta in percentuali fa segnare un +8 percento rispetto al 2019. Se invece si prendesse come riferimento di paragone il 2021, la percentuale di incremento schizzerebbe al +52 percento per circa due milioni di passeggeri in più arrivati nell’isola al netto delle problematiche ormai conosciute legate alle delicate situazioni sanitarie internazionali. Molto interessante il mercato cosiddetto domestico, ovvero quello relativo ai voli interni, che pesa in modo significativo sul totale con ben tre milioni di passeggeri transitati facendo posizionare l’asticella percentuale ad un +26 percento rispetto al 2019 e ad un +620mila persone. Significativo anche il dato percentuale del segmento internazionale con 1,7 milioni di passeggeri e un recupero del 75 percento rispetto al periodo pre-pandemia. Da evidenziare il traffico nel periodo invernale e di spalla al di fuori dei mesi estivi con un +4 percento rispetto al 2019. A trainare questo tripudio di ottimi risultati sicuramente il “Costa Smeralda” di Olbia che fai segnare il record assoluto di traffico nella sua storia con 3.167.368 passeggeri transitati, pari al +6,3% (+188.599 passeggeri) rispetto al 2019 e un totale di 40.093 voli gestiti. I passeggeri che hanno viaggiato sulle rotte domestiche sono stati oltre 1.895.554, con un incremento del +35% (oltre 491.000 passeggeri in valore assoluto) rispetto al 2021 (e 2019), quando già era stato recuperato completamente il traffico perso durante la pandemia. I passeggeri generati dalle rotte internazionali sono stati 1.271.814, il -20% rispetto al 2019 (-303.093 passeggeri) e il +88% rispetto al 2021 (+594.780 passeggeri). Positiva anche la performance degli ultimi mesi invernali di novembre e dicembre, i quali hanno fatto segnare rispettivamente una crescita del +4,1% e +6,1% rispetto al 2019. Non da meno i risultati registrati dall’aeroporto Riviera del Corallo di Alghero, con 1.533.427, in aumento del +10,3% (+143.048 passeggeri) rispetto allo stesso periodo del 2019 e del +68,8% (+624.876 passeggeri) rispetto al 2021. In particolare modo sono da evidenziare i dati registrati  registrati sul mercato domestico (1.114.093 passeggeri totali), in incremento del +13,1% rispetto al medesimo anno del 2019 e del +56,5% rispetto al 2021, mentre sul mercato internazionale con 419.334 passeggeri, si registra una crescita pari al +3,4% rispetto al 2019 e al +113,3% rispetto allo scorso anno.

Limportante crescita dei passeggeri del 10,3% (rispetto allanno pre-pandemia 2019) colloca laeroporto di Alghero al di sopra della media Nazionale, posizionandolo nella classifica degli scali italiani (con oltre 1 milione di passeggeri) tra gli aeroporti più performanti in termini di ripresa del traffico.

Davide Mosca

Article by

CS Journal è la voce ufficiale del Consorzio Costa Smeralda, edito per i propri associati e per l’indotto turistico che ogni anno affolla la Costa Smeralda. Un magazine formato tabloid che valorizza l’identità del Consorzio e tutte le realtà del territorio.