top

Ciak, Azione! Ecco dove sono stati girati i film e le serie ad Arzachena e Porto Cervo

Le grandi produzioni hanno scelto alcune zone della Gallura come location dei loro straordinari racconti

 

Il cinema e la televisione non hanno dubbi. La Gallura sono i luoghi dove i sogni si materializzano per davvero. Lo dimostrano le riprese di Il grande gioco, A casa tutti bene e La coda del diavolo che altro non sono che le ultime della lista. In rigoroso ordine cronologico.

La realizzazione di alcune scene delle due serie tv targate Sky, dirette rispettivamente da Fabio Resinaro e Nico Marzano e da Gabriele Muccino, e del lungometraggio di Domenico De Feudis, confermano la riscoperta della Sardegna, e in particolare delle località della parte nord-orientale dellIsola, come location ideale per le produzioni cinematografiche. Ce n’è per tutti i gusti, a partire dallo sport più amato dagli italiani. Quel calcio che è il grande protagonista de Il grande gioco, storia di procuratori e di intrighi che ha nelle star Giancarlo Giannini e Francesco Montanari gli interpreti di punta e che ha trovato a fine estate, nello stadio Biagio Pirina di Arzachena, il teatro ideale per alcuni ciak ambientati, nella finzione, in un campus estivo. Ma Arzachena e il suo territorio sono stati anche set del film La coda del diavolo, lungometraggio prodotto da Ascent Film e Groenlandia per la regia di De Feudis. Con la caratteristica di essere stato interamente girato in Sardegna con il patrocinio e il supporto logistico del Comune di Arzachena e il sostegno della Fondazione Sardegna Film Commission.

Dopo i casting per centinaia di comparse, realizzati a settembre in giro per la Gallura, si è passati in un amen alle riprese dellaction movie, terminate a metà novembre. Riprese che hanno coinvolto anche Luca Argentero, tra gli attori principali del cast (insieme allaltro sex symbol Riccardo Scamarcio) che dalle parti di Olbia, dove si sono svolte alcune delle scene del film, ha portato lo scompiglio, con moltissimi curiosi e fan dellex gieffino assiepati intorno al blindatissimo set. Dunque, A casa tutti bene. Come per la prima stagione, anche la seconda è stata girata sostanzialmente tra il Lazio e la Toscana, ma per trovare il resort perfetto, quello che nella fiction prodotta dalla Lotus Carlo, primogenito della famiglia Ristuccia protagonista del reboot dellomonimo film di Muccino e interpretato in tv da Francesco Scianna, ha comprato con i soldi e allinsaputa del padre, il celebre regista è dovuto sbarcare a Poltu Quatu.

In Costa Smeralda, dove, dopo il casting di Olbia per le comparse, a fine maggio, in autunno Muccino ha girato le scene del villaggio turistico. Scene che gli appassionati potranno godersi la prossima primavera, periodo previsto per la messa in onda.

Ilenia Giagnoni

Article by

CS Journal è la voce ufficiale del Consorzio Costa Smeralda, edito per i propri associati e per l’indotto turistico che ogni anno affolla la Costa Smeralda. Un magazine formato tabloid che valorizza l’identità del Consorzio e tutte le realtà del territorio.