top

In Costa Smeralda le stelle brillano in cucina

Lo chef Italo Bassi ha ottenuto il prestigioso riconoscimento della Guida Michelin confermando la qualità della sua proposta a Porto Cervo

Se è vero che è la sera il momento in cui le stelle cominciano a brillare, è perché negli anni c’è stato qualcuno in grado di rispecchiare il valore della Costa Smeralda con la sua proposta esclusiva da ben tre anni. Sono le stelle più rinomate assegnate dalla Guida Michelin.  Un traguardo che ConFusion Restaurant conferma anche in questo 2022 grazie a una proposta eccellente e al lavoro dello chef Italo Bassi e della sua brigata. La passione dei Bassi per la cucina è nata sulla Riviera Romagnola, è vissuta poi intorno al mondo e non poteva che approdare infine in Costa Smeralda, dove nel 2019 ha portato il primo prestigioso riconoscimento della Guida Michelin.

“Dedichiamo la conferma della stella Michelin a tutti gli ospiti dell’Italo Bassi ConFusion Restaurant, vi siamo grati per l’affettuoso e costante supporto dimostrato in tutti questi anni di lavoro”. Una dedica speciale, che racchiude al suo interno la grande umanità dello chef Bassi, riconosciuta da tutti, unita alle indiscusse doti in cucina.

Dopo ventisette anni alla guida del ristorante tre Stelle Michelin “Enoteca Pinchiorri” di Firenze, vero e proprio punto di riferimento per la cultura gastronomica italiana, dopo aver viaggiato intorno al mondo, da New York a Parigi, da San Francisco a Los Angeles, Stoccolma, Vienna, Bangkok, Singapore, Hong Kong, Rio de Janeiro, Emirati Arabi fino all’Australia, promuovendo la cucina italiana dell’Enoteca Pinchiorri di Firenze, e dopo aver lavorato fianco a fianco con i migliori chef mondiali riuscendo a farsi apprezzare per le sue spiccate capacità professionali, Italo Bassi è approdato in Costa Smeralda nel 2016 con l’apertura e gestione del ConFusion restaurant di Porto Cervo.

Ed è qui che lo chef ha scelto di proporre la sua nuova visione di quella che considera “grande cucina”: alla base di tutto c’è la tradizione italiana, arricchita però da profumi esotici raccolti dalle tante esperienze fatte negli anni di lavoro all’estero, e materie prime assolutamente d’eccellenza, con una particolare attenzione ai prodotti tipici sardi e specialmente ai crudi di mare. Scorrere il menù proposto nel suo ConFusion fa immediatamente venire l’acquolina alla bocca.

Ma il riconoscimento della Guida Michelin non è l’unico che in questo 2022 lo chef Bassi può vantare: il suo ristorante infatti conferma i “3 Cappelli”, mantenendo la prestigiosa posizione nella Guida Espresso “I ristoranti e i vini d’Italia 2022”. Considerando che la Guida ne assegna da 1 a 5, i 3 portati a casa da Italo Bassi e dal suo ConFusion Restaurant sono un traguardo da celebrare.

Antonella Brianda

Article by

CS Journal è la voce ufficiale del Consorzio Costa Smeralda, edito per i propri associati e per l’indotto turistico che ogni anno affolla la Costa Smeralda. Un magazine formato tabloid che valorizza l’identità del Consorzio e tutte le realtà del territorio.