Loading...

ESPLORA

TRADIZIONE E FOLKLORE

La Sardegna intera rappresenta uno scrigno di tesori secolari, che hanno saputo mantenere nel tempo la loro indistinguibile autenticità. Dai tipici costumi tradizionali alle prelibatezze enogastronomiche, l'elemento culturale dell'isola è sempre stato parte fondamentale della sua memoria e della sua identità.

Antiche conoscenze vengono tramandate di padre in figlio da generazioni, custodite con cura ed esibite con orgoglio. Uno dei cavalli di battaglia dell'artigianato sardo, in particolare, è la lavorazione del sughero, un tessuto di origine vegetale ricavato dalla corteccia di piante legnose (come le querce). La natura incontaminata e il clima mediterraneo contribuiscono, poi, a creare le condizioni idonee alla produzione di vini (come il Cannonau e il Vermentino) e olii di altissima qualità, apprezzati e desiderati in tutto il mondo. La ricca e variegata cultura gastronomica si distingue soprattutto per la pasta fatta a mano (Culurgiones e Maccarones de busa), salumi, dolci e formaggi ed è sempre accompagnata da un amabile senso di ospitalità.



Nei giorni di festa, danze e balli popolari animano le piazze cittadine con i coloratissimi costumi tradizionali, tra i quali spiccano le maschere dei Mamuthones e degli Issohadores, emblemi dell'eterna lotta tra il bene e il male. Un'identità forte, quindi, che emerge anche dal fattore linguistico. Il sardo, infatti, non è un dialetto, ma una vera e propria lingua.

In Gallura, in particolare, si parla anche il gallurese, che deriva dalla combinazione tra il sardo lugudorese e la lingua còrsa, a testimonianza del florido scambio culturale che, in passato, ha caratterizzato la vita e lo sviluppo di civiltà vicine.

Creative Web Studio - Copyright 2017 - Foto Aeree by Salvatore Nieddu